Ultimo aggiornamento 5 minuti fa B. Vergine del Carmelo

Date rapide

Oggi: 16 luglio

Ieri: 15 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: AttualitàFrasi choc del primario agli specializzandi all'ospedale di Salerno. Polichetti (Uil Fpl) chiede le dimissioni del professor Alfano

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Attualità

Salerno, Alfano, ospedale, Polichetti

Frasi choc del primario agli specializzandi all'ospedale di Salerno. Polichetti (Uil Fpl) chiede le dimissioni del professor Alfano

Secondo le testimonianze degli specializzandi, il professore avrebbe pronunciato frasi come “I ricchioni nel forno crematorio: chi comanda sono io”, creando un ambiente insostenibile.

Inserito da (Redazione il Vescovado Notizie), mercoledì 19 giugno 2024 18:14:28

Mario Polichetti, sindacalista della Uil Fpl provinciale e primario del reparto di Gravidanza a Rischio presso l'ospedale di Salerno, è intervenuto in merito alle gravi situazioni che si verificano all'interno dell'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona. Le denunce, iniziate dagli specializzandi della Scuola di specializzazione in Chirurgia Plastica, hanno portato alla luce un clima di terrore, vessazioni e minacce orchestrate dal direttore, il professor Carmine Alfano.

Secondo le testimonianze riportate da "L'Espresso", Alfano - oggi in corsa al ballottaggio per diventare sindaco di Torre Annunziata - avrebbe usato un linguaggio volgare e discriminatorio, con frasi offensive e minatorie verso gli specializzandi, creando un ambiente di lavoro insostenibile. Sono state riportate dichiarazioni sessiste ("I ricchioni nel forno crematorio: chi comanda sono io", "In America vanno di moda, qui esistono gli uomini e le donne, i binari non esistono") e minacce di esclusione dalle attività pratiche.

Sul caso Polichetti chiede una presa di posizione forte ai vertici del Ruggi.

«È vergognoso che un'azienda sanitaria che forma anche giovani medici debba balzare agli onori della cronaca per questi episodi. Invitiamo, prima che sia troppo tardi, la direzione strategica del Ruggi a prendere coscienza che questo clima di terrorismo, di minaccia, di estorsione si verifica anche in altri reparti e in particolare nel reparto di Ginecologia dove il personale medico e paramedico viene sistematicamente minacciato e vengono sbandierati procedimenti disciplinari se non si sottostà ai diktat. Questo è gravissimo perché lede la dignità, la professionalità e la libertà di chi lavora in Ginecologia. Per quanto emerso dall'inchiesta del settimanale "L'Espresso" chiediamo subito le dimissioni di Alfano».

Polichetti ha inoltre evidenziato che numerose segnalazioni sono state fatte alla direzione strategica, alla direzione medica di presidio e alla direzione di Dipartimento Materno-Infantile, ma queste sarebbero rimaste inascoltate. Questa situazione avrebbe portato molti medici e infermieri a richiedere il trasferimento dal reparto di Ginecologia, contribuendo a un clima di crescente tensione e insicurezza all'interno dell'ospedale.

«È imperativo che si prendano provvedimenti immediati per ristabilire un ambiente di lavoro sereno e rispettoso, garantendo così la sicurezza e la dignità dei professionisti della sanità. Solo attraverso un'azione decisa e tempestiva si potrà risolvere questa situazione critica e prevenire ulteriori danni all'immagine e alla funzionalità dell'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno», ha concluso Polichetti.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Ospedale Salerno<br />&copy; Maria Abate Ospedale Salerno © Maria Abate

rank: 102417104

Attualità

«Il contratto non si tocca»: i lavoratori salernitani degli ex supermercati Carrefour in protesta davanti al punto vendita di via Posidonia

Al grido di "il contratto non si tocca" si è conclusa con successo la manifestazione organizzata dai lavoratori salernitani ex Carrefour presso il supermercato di via Posidonia 132, nel quartiere Pastena a Salerno. Questa mattina, 13 luglio, diversi i lavoratori che si sono uniti per esprimere le loro...

Alla Fondazione Ebris di Salerno la troupe della trasmissione Rai 1 "Noos" con Alberto Angela

Noos - l'avventura della conoscenza, trasmissione in onda dal 27 giugno 2024 su Rai 1 condotta da Alberto Angela, ha fatto visita alla Fondazione Ebris di Salerno, sita in via Salvatore De Renzi. La troupe, composta da una delle autrici del programma, Elisabetta Bernardi, e dal regista Gabriele Gravagna,...

I saluti del Generale Jannece a Salerno prima del nuovo incarico a Roma /foto

In una mattina carica di emozioni e ufficialità, il Generale di Divisione Antonio Jannece, attuale Comandante della Legione Carabinieri "Campania", ha fatto visita al Comando Provinciale di Salerno. Questo incontro segna uno dei suoi ultimi atti ufficiali nella regione, prima di assumere l'incarico di...

Decontribuzione Sud in scadenza, Schiavo (Confesercenti): «Urgente proroga per dare certezze alle imprese del mezzogiorno»

«C'è enorme preoccupazione per l'incertezza sulla conferma della Decontribuzione per i datori di lavoro delle regioni del Mezzogiorno, in scadenza il prossimo 30 giugno. Lo scorso maggio il Ministro Raffaele Fitto aveva annunciato la difficoltà dell'esecutivo a riconfermare la misura per il secondo semestre...

Ad Eboli una stanza dell'ascolto nella Caserma dei Carabinieri

Ieri sera, 24 giugno, alle 18, ad Eboli, presso la caserma sede della locale Compagnia dei Carabinieri, si è tenuta l'inaugurazione de "La Stanza dell'Ascolto", un'iniziativa realizzata dal Rotary Club di Eboli presieduto dall'architetto Francesca Spera. La Stanza dell'Ascolto è stata realizzata a sostegno...