Ultimo aggiornamento 28 minuti fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: AttualitàIl Comitato "Fermare la guerra" avvia anche a Salerno e provincia la campagna referendaria contro l’invio di armi in Ucraina

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Attualità

Guerra, Ucraina, Russia, Salerno, armi, campagna referendaria

Il Comitato "Fermare la guerra" avvia anche a Salerno e provincia la campagna referendaria contro l’invio di armi in Ucraina

«La politica ufficiale, di destra e di sinistra, continua a schierare l’Italia in prima linea nel conflitto in Ucraina. L’unica strada per far rispettare la volontà degli Italiani e i principi fondamentali della Costituzione (Art.11 “l’Italia ripudia la guerra”) è usare l'arma referendaria». Nei prossimi giorni saranno allestiti banchetti per la raccolta delle firme in tutta Italia.

Inserito da (PNo Editorial Board), mercoledì 3 maggio 2023 10:08:06

«Mentre in tutti i sondaggi la maggioranza degli Italiani si dichiara contraria all'invio di armi in Ucraina, la politica ufficiale, di destra e di sinistra, continua a schierare l'Italia in prima linea nel conflitto. Per questo l'unica strada per far rispettare la volontà degli Italiani e i principi fondamentali della Costituzione (Art.11 "l'Italia ripudia la guerra") è usare l'arma referendaria».

A sostenerlo è il Comitato Fermare la guerra che, anche in provincia di Salerno, sta raccogliendo le firme contro l'invio di armi, grazie all'impegno di Alfonso Gulmo, presidente del Comitato Cava De' Tirreni - Costiera Amalfitana, di Cesare Guarini (Comitato Salerno), di Pia Monzo (Comitato Cilento), di Luigi Sica (Comitato Vallo di Diano).

"ITALIA PER LA PACE è il titolo della campagna referendaria contro l'invio di armi in zone di guerra in cui sono confluiti i quesiti del Comitato GENERAZIONE FUTURA e del Comitato RIPUDIA LA GUERRA.

«Dobbiamo liberarci da tutte le sudditanze atlantiche che ci impediscono di assumere quel ruolo di mediazione e di ponte in Europa e nel Mediterraneo che discende dalla nostra identità e dalla nostra storia. L'Italia deve aiutare il popolo ucraino smettendo di mandare armi e lanciando una proposta di trattava e di pace in Europa», scrive il comitato Fermare La Guerra.

Nei prossimi giorni saranno allestiti banchetti per la raccolta delle firme in tutta Italia per i quali saranno divulgati a mezzo stampa e attraverso i canali social network luoghi e date della programmazione nazionale.

Così il Portavoce Nazionale Gianni Alemanno commenta la decisione del comitato di raccogliere le firme per fermare l'invio delle armi in Ucraina: «È una scelta necessaria, di fronte all'ostinazione della politica ufficiale, di destra e di sinistra, a compromettere sempre più l'Italia in una posizione di cobelligeranza contraria al nostro interesse nazionale e che contribuisce a fare del popolo ucraino il capro espiatorio di un conflitto tra contrapposte logiche imperialiste. Tutti i sondaggi ci dicono che la maggioranza degli Italiani è contraria a continuare l'invio di armi in una guerra che nel caso migliore sarà un conflitto interminabile nel cuore dell'Europa, nel caso peggiore può essere l'innesco di una catastrofe senza precedenti».

 

Telefono: +39 375 781 3832

E-mail: fermarelaguerra@gmail.com

Sito web www.comitatofermarelaguerra.it

Leggi anche:

"Prendiamoci la responsabilità della pace": la petizione del consigliere di Minori Paolo Russo su Change.org

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 104713107

Attualità

Vertenza GF Scavi, non pagati gli stipendi dei lavoratori impegnati in diversi cantieri dei rifiuti: la denuncia della Fiadel Salerno

La Fiadel Salerno denuncia una situazione di mancato pagamento degli stipendi da parte della società GF Scavi, società attiva nel settore dell'ecologia e delle tecnologie del riciclaggio e trasporto dei rifiuti. I lavoratori impegnati nei cantieri di Postiglione, Castelcivita, Ottati, Lustra, Prignano...

Grazie all'8xmille a Salerno “il Dormitorio don Tonino Bello” è un punto di riferimento per chi vive in strada

Condomini solidali, doposcuola, poliambulatori, case di accoglienza, dormitori, mense, restauri di beni culturali e artistici, stanziamenti per calamità naturali o emergenze umanitarie nel mondo: sono solo alcuni esempi dell'articolata rete di aiuto messa in campo dalla Chiesa per rispondere alle nuove...

«Il contratto non si tocca»: i lavoratori salernitani degli ex supermercati Carrefour in protesta davanti al punto vendita di via Posidonia

Al grido di "il contratto non si tocca" si è conclusa con successo la manifestazione organizzata dai lavoratori salernitani ex Carrefour presso il supermercato di via Posidonia 132, nel quartiere Pastena a Salerno. Questa mattina, 13 luglio, diversi i lavoratori che si sono uniti per esprimere le loro...

Alla Fondazione Ebris di Salerno la troupe della trasmissione Rai 1 "Noos" con Alberto Angela

Noos - l'avventura della conoscenza, trasmissione in onda dal 27 giugno 2024 su Rai 1 condotta da Alberto Angela, ha fatto visita alla Fondazione Ebris di Salerno, sita in via Salvatore De Renzi. La troupe, composta da una delle autrici del programma, Elisabetta Bernardi, e dal regista Gabriele Gravagna,...

I saluti del Generale Jannece a Salerno prima del nuovo incarico a Roma /foto

In una mattina carica di emozioni e ufficialità, il Generale di Divisione Antonio Jannece, attuale Comandante della Legione Carabinieri "Campania", ha fatto visita al Comando Provinciale di Salerno. Questo incontro segna uno dei suoi ultimi atti ufficiali nella regione, prima di assumere l'incarico di...