Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Saba martire

Date rapide

Oggi: 24 aprile

Ieri: 23 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: CronacaTraffico illecito di rifiuti tra Italia e Tunisia, ai domiciliari un funzionario della Regione Campania

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Cronaca

Campania, Tunisia, rifiuti, cronaca

Traffico illecito di rifiuti tra Italia e Tunisia, ai domiciliari un funzionario della Regione Campania

Operazione della Dia e Noe. Tale traffico, organizzato attraverso un intricato sistema di intermediari e società di intermediazione, ha visto anche la complicità di imprenditori e titolari di aziende di trattamento-recupero.

Inserito da (PNo Editorial Board), venerdì 1 marzo 2024 08:36:04

Un nuovo scandalo ha scosso la Regione Campania, con un alto funzionario ora agli arresti domiciliari in relazione a un illecito traffico di rifiuti verso la Tunisia. L'inchiesta della Procura distrettuale antimafia di Potenza ha rivelato un intricato schema di violazioni ambientali e collusioni tra pubblici ufficiali e imprenditori, che ha avuto come tragico esito l'incendio di migliaia di tonnellate di rifiuti o il loro abbandono nel Nord Africa.

Secondo le indagini, nel 2020 sono state spedite illegalmente in Tunisia ben 7.891 tonnellate di rifiuti, stipate in 70 container. Il funzionario della Regione Campania coinvolto è stato accusato di "omissioni e condotte ritenute, a livello di gravità indiziaria, un consapevole contributo all'illecito traffico di rifiuti". Tale traffico, organizzato attraverso un intricato sistema di intermediari e società di intermediazione, ha visto anche la complicità di imprenditori e titolari di aziende di trattamento-recupero.

I reati ipotizzati spaziano dal traffico illecito di rifiuti alla gestione illecita degli stessi, dalla fittizia intermediazione di beni alla frode nelle pubbliche forniture. Inoltre, si è scoperto che il trasferimento dei rifiuti verso la Tunisia si è basato su un contratto firmato nel 2019, coinvolgendo società italiane e tunisine, con la complicità di due ditte di intermediazione.

La situazione è emersa grazie a un reportage di un'emittente televisiva tunisina, che ha innescato un'inchiesta sulle attività illegali. In seguito, i Carabinieri italiani hanno scoperto il complesso sistema che ha reso possibile questo traffico illecito, compreso il ruolo di due funzionari della Regione Campania che hanno concesso le autorizzazioni per il trasporto dei rifiuti.

Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e il suo vice, Bonavitacola, si trovano ora sotto il fuoco delle critiche. Il senatore salernitano Antonio Iannone ha dichiarato che De Luca dovrebbe concentrarsi sulla gestione della regione anziché su polemiche politiche e attacchi ai membri del governo: «La Regione Campania è coinvolta in un traffico illecito di rifiuti verso la Tunisia reso possibile dalla concessione di due autorizzazioni rilasciate da un ufficio di Salerno della stessa Regione. Il governatore De Luca e il suo vice Bonavitacola cosa dicono a riguardo? Intrighi e traffici nella gestione dell'immondizia che gettano ulteriore fango sulla Regione Campania e aprono alla necessità da parte di chi amministra l'Ente di vederci chiaro sulla questione, semmai considerando l'eventualità di far rivedere le altre autorizzazioni rilasciate dai funzionari indagati. Insomma, De Luca farebbe meglio a fare il governatore a tempo pieno - ancora per il poco tempo che gli resta dal momento che si avvicina il fine mandato - piuttosto che continuare a fare indecorosi show su web e in tv al solo fine di attaccare la Meloni o altri membri del Governo per nascondere tutti i fallimenti di nove anni di inutile governatorato».

"Molti aspetti da chiarire ma facciamo i complimenti alle forze dell'ordine per il lavoro svolto". Così Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Campania della Lega, che ricorda: "Più volte siamo intervenuti sui materiali rimpatriati dalla Tunisia e stoccati per lungo tempo a Persano, con diverse ordinanze di proroga della Provincia di Salerno. Il fenomeno ora oggetto dell'inchiesta è una piaga per un territorio come quello campano dove lo smaltimento dei rifiuti diventa spesso un affare, a tinte fosche e dai guadagni assicurati. Condotte gravissime che si consumano sulla pelle dei cittadini. Non commentiamo le misure cautelari e siamo come al solito garantisti. In ogni caso attendiamo chiarezza sulle condotte illecite evidenziate dalla magistratura".

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Traffico illecito di rifiuti tra Italia e Tunisia, ai domiciliari un funzionario della Regione Campania

rank: 10338108

Cronaca

Incendio a Salerno, in fiamme deposito abusivo di rifiuti solidi ingombranti lungo la strada

Un incendio è scoppiato alle prime ore dell'alba in un deposito abusivo di rifiuti solidi ingombranti situato in via Eduardo De Filippo, nella zona orientale di Salerno. I rifiuti erano posizionati lungo la strada, vicino a un cantiere per la costruzione di nuove palazzine. La squadra della sede Centrale...

Aggredì con un coltello un 60enne per estorcergli denaro, giovane arrestato a Perito

Il 20 aprile scorso un'azione coordinata dei Carabinieri della Stazione di Castelnuovo Vallo Scalo (SA) e della Stazione di Gioi Cilento (SA), sotto la supervisione del Reparto Territoriale Sezione Operativa di Vallo della Lucania, ha eseguito un'ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti...

Tentano di rubare materiale ferroso di Trenitalia, arrestate tre persone a Campagna

Nella notte del 22 aprile, a Campagna (SA) i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Eboli hanno proceduto all'arresto per tentato furto aggravato in concorso di tre persone, le quali, secondo la ricostruzione operata dai militari operanti, avrebbero tentato di impossessarsi...

Salerno, scontri fuori dallo stadio Arechi: 10 agenti di Polizia feriti

Momenti di tensione ieri sera, 21 aprile, fuori dallo stadio Arechi di Salerno, dove dieci membri delle forze dell'ordine sono rimasti feriti in seguito a scontri avvenuti prima dell'inizio della partita, nel parcheggio situato sotto la tribuna. Un mini-van di ultras viola, presumibilmente smarrito,...

Aggredito da due pitbull, bambino di 15 mesi muore nel Salernitano

Un evento tragico ha scosso, questa mattina, la comunità di Campolongo a Eboli, nel Salernitano. Un bambino di soli 15 mesi ha perso la vita dopo l'aggressione di due pitbull, cani di proprietà della famiglia. Il bimbo si trovava nel giardino di casa: le prime ricostruzioni suggeriscono che i cani abbiano...

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.