Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 6 ore fa B. Eraclio martire

Date rapide

Oggi: 2 marzo

Ieri: 1 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

 Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: Eventi e SpettacoliJazz Bahr: la “Vision” del Pietro Condorelli Trio

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Eventi e Spettacoli

Salerno, JAZZ BAHR: Pietro Condorelli alla Stazione Marittima venerdì 25 novembre 2022

Jazz Bahr: la “Vision” del Pietro Condorelli Trio

Venerdì 25 novembre, alle ore 21,45, la stazione marittima secondo appuntamento del mini-cartellone ideato da Elio Macinante e dal patron Roberto Lumino

Inserito da (Admin), mercoledì 23 novembre 2022 16:44:52

Dopo il successo della serata inaugurale della rassegna Jazz Bahr che ha salutato il sentire musicale della pianista Armanda Desidery e del suo Quartetto, fatto di vene blu che attraversano un corpo urbano, tra storie disseminate nei riff ostinati e reiterati, per poi sbarcare nei Caraibi, sulla costa atlantica, dispiegando sensibilità e suggestioni,
eseguendo e ri-eseguendo la modernità, sfruttandone gli spazi tra le note ufficiali, i suoni e sentimenti inediti, attraversando, contaminando e creolizzando il paesaggio, venerdì 25 novembre, alle ore 21,45, secondo appuntamento alla Stazione Marittima, negli spazi Bahr di Roberto Lumino, il quale insieme ad Elio Macinante, ha pensato di ridonare uno spazio per "fare" jazz a Salerno. La seconda serata saluterà in pedana il trio del chitarrista Pietro Condorelli "Vision", che schiera Emiliano De Luca al contrabbasso e Claudio Borrelli alla batteria, una formazione che prende il nome dal loro ultimo progetto, con cui il leader è tornato alle scene dopo vent'anni e una pandemia in mezzo, in cui tutti noi abbiamo avuto modo di riflettere sul proprio percorso. L'intrecciarsi e, il sovrapporsi, il rincorrersi e lo stimolarsi cui i tre musicisti, in chiave dichiaratamente estemporanea, daranno vita, ad una particolare disposizione spaziale, in cui le tre "voci" sapranno diventare idealmente una sola, segnando nel contempo la piena maturità di una formazione in cui si coniugano organicamente gli aspetti solistici alla scrittura che sa alternare brani originali ad un approfondito lavoro sul repertorio. La chitarra di Condorelli regalerà fraseggi eleganti e ricercati, dimostrando un accurato lavoro soprattutto in fase di composizione e arrangiamento. Il suo è un tocco leggero, a tratti quasi impercettibile, ma ben ancorato al sound del trio, e darà sempre l'impressione che note e accordi siano perfettamente lì dove dovrebbero essere. Soprattutto emergerà il fondamentale ruolo di collante svolto da Condorelli per dare omogeneità al suono del trio, posizione peraltro condivisa dal resto della formazione, la batteria di Claudio Borrelli, che denota grande abilità anche nella gestione dell'elemento poliritmico, sempre "pulita" nel suono e il contrabbasso di Emiliano De Luca, poco appariscente, ma fondamentale per l'equilibrio del gruppo, che farà risaltare ogni singola nota, dimostrandosi molto efficace soprattutto in fase di accompagnamento. La perfetta padronanza che i tre musicisti hanno dei propri strumenti permetterà, poi, un continuo rimescolio di posizioni all'interno dell'impianto complessivo, anche perchè il tutto si avvale di una compostezza dettata da un equilibrio costantemente ricercato, e che viene spezzato solo dagli assolo e dai cambi di ritmo, conferma della maturità ormai raggiunta e condivisa da Condorelli nella veste di musicista e compositore - nonché la bontà dei risultati, mai scontati, raggiunti dalla solida formazione.

Pietro Condorelli
Una vita dedicata alla musica, allo studio e all'insegnamento della chitarra jazz. Pietro Condorelli è considerato tra i migliori ed autorevoli chitarristi del panorama jazzistico italiano. La sua carriera di musicista è costellata da importanti collaborazioni nazionali ed internazionali, all'insegna della sperimentazione, oltre che delle forme più tradizionali. Inizia giovanissimo l'attività di musicista concepita però in modo più ampio, contribuendo alla creazione di spazi pensati per la musica. E' il periodo nel quale le jam-sessions, rappresentano il fulcro attraverso il quale i linguaggi musicali, possono evolversi e fondersi. In queste occasioni nascono le prime collaborazioni con musicisti che nel tempo diventeranno i più rappresentativi nomi del jazz partenopeo tra i quali, Maria Pia De Vito, Vittorio Pepe, Daniele Sepe. Negli anni ‘80 alterna i suoi studi al DAMS con una vivace attività musicale che lo porta a collaborazioni live con Antonio Golino, Salvatore Tranchini, Marco Sannini e tanti altri, e collaborazioni in studio di registrazione contribuendo alla "Caserta Compilation" prodotta da Fausto Mesolella.
Nel 1988, fonda il Sonora Art Quartet insieme a Marco Sannini, Salvatore Tranchini ed Ares Tavolazzi, con il quale avrà modo di varcare i confini statunitensi per brevi tour e per la registrazione dell'album "Sonora". Il Sonora Art Quartet vedrà poi nel tempo l'alternarsi di nuovi componenti tra i quali: Dario Deidda, Pietro Iodice, Maurizio Gianmarco, Massimo Urbani. I frequenti spostamenti di quegli anni, pongono le basi per aprire nuove ed importanti collaborazioni sia italiane che estere. Ha modo di collaborare con Lee Konitz, Paolo Fresu, Jimmy Wood, Gary Batz, Franco Cerri, e tanti altri. Negli anni ‘90 oltre alla sua collaborazione con gli "Area", noto gruppo progressive, ottiene riconoscimenti quale miglior nuovo talento, grazie alla pubblicazione del suo primo album personale intitolato: "Guitar Style Journey". Sempre nello stesso periodo, intraprende il percorso dell'insegnamento che lo porterà ad essere tra i più autorevoli protagonisti della didattica musicale. Le collaborazioni con scuole private sono numerosissime e altrettanto importanti e numerosi sono i seminari e workshop organizzati con Jim Hall, Joe Diorio, Frank Gambale, Mike Goodrick... per citarne solo alcuni. Dopo una attività triennale di docenza sostenuta al conservatorio di Cosenza, è attualmente titolare della cattedra di jazz presso il conservatorio di Napoli "San Pietro a Majella".

La rassegna continuerà con gli ultimi due appuntamenti:
il 9 dicembre giocherà in casa il Trio di Salerno, tre cognomi della nostra grande tradizione musicale: Sandro Deidda al sassofono tenore e soprano e clarinetto, Guglielmo Guglielmi, al pianoforte e Aldo Vigorito al contrabbasso. Serata di chiusura il 16 dicembre con il Daniele Scannapieco Quartet, composto dal leader al sassofono tenore, Tommaso Scannapieco al contrabbasso, Michele Matino al pianoforte e Luigi Del Prete alla batteria, un progetto molto affiatato, dotato di un grande interplay e una spiccata vocazione al mainstream, che fa diventare un saggio di bop in grande stile, con decise inflessioni hard-bop.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Jazz Bahr: la “Vision” del Pietro Condorelli Trio
Jazz Bahr: la “Vision” del Pietro Condorelli Trio

rank: 10354101

Eventi e Spettacoli

Il jazz e la vela: a Salerno il musicista e pedagogo Angelo Gregorio firma lo studio sulle similitudini nelle competenze

Esplorare i filoni di connessione tra il jazz e la vela, evidenziando similitudini e differenze nelle competenze e nelle esperienze rispettivamente di musicisti e sportivi. È partito da questa intuizione Angelo Gregorio, jazzista, direttore d'orchestra, pedagogo e imprenditore salernitano residente da...

Venerdì 5 gennaio torna la Notte Bianca a Cava de' Tirreni: ecco il programma

Torna la Notte Bianca di Cava de' Tirreni, la più attesa della Campania all'insegna del connubio tra musica e shopping nel primo giorno dei saldi. Venerdì 5 gennaio 2024 a partire dalle ore 20:30 la Città metelliana sarà il palcoscenico a cielo aperto di un'attraente passeggiata tra vetrine ed esibizioni...

Salerno, Capodanno in Piazza con i Pooh: tutte le informazioni generali

Manca pochissimo alla festa di Capodanno in Piazza, a Salerno, e, nell'attesa dell'evento, il Comune salernitano ha diffuso un lungo comunicato che riporta tutte le informazioni generali della serata. L'evento, organizzato dal Comune di Salerno con il sostegno della Regione Campania, in Piazza della...

"Una somma di Piccole Cose": a Salerno parte l’VIII stagione di Mutaverso Teatro diretta da Vincenzo Albano

Al via l'edizione 2023/2024 di Mutaverso Teatro, la stagione teatrale diretta da Vincenzo Albano, curata dall'associazione Ablativo-declinazioni espressive, realizzata con il supporto di Casa del Contemporaneo e di C.Re.A.Re Campania/Teatri Associati di Napoli. Si parte stasera, martedì 19 dicembre,...

A Salerno il Capodanno è in Piazza della Libertà con i Pooh

Saranno i POOH i protagonisti del "Capodanno in Piazza" organizzato dal Comune di Salerno con il sostegno della Regione Campania ed a cura di Anni 60 Produzioni. L'appuntamento con la band che ha fatto la storia della musica italiana è nella meravigliosa Piazza della Libertà. Ad aprire la serata (ore...

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.