Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. M. Maddalena de' Pazzi

Date rapide

Oggi: 25 maggio

Ieri: 24 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: Eventi e SpettacoliNel centro storico di Salerno torna la XXXII Fiera del Crocifisso ritrovato: dal 25 aprile un tuffo nel Medioevo

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Eventi e Spettacoli

Salerno, cronaca, Fiera del Crocifisso Ritrovato

Nel centro storico di Salerno torna la XXXII Fiera del Crocifisso ritrovato: dal 25 aprile un tuffo nel Medioevo

Si comincia giovedì 25 aprile prima del tramonto alle ore 17.45 in piazza Duomo, con la partenza del corteo storico in abiti d'epoca che percorrerà le strade del centro storico di Salerno per portarsi in piazza Portanova, dove ci sarà il taglio del nastro, con lo spettacolo imperdibile di sbandieratori, artisti, musicisti, mangiafuoco ed altri.

Inserito da (PNo Editorial Board), giovedì 4 aprile 2024 16:54:54

"Mille più - un tuffo nel Medioevo": questo lo slogan della XXXII edizione della Fiera del Crocifisso Ritrovato, organizzata dalla Bottega San Lazzaro con il Comune di Salerno, ove è stata presentata questa mattina.

Quella che è ormai attestata tra le maggiori fiere medievali d'Italia, di recente riconosciuta dal Ministero della Cultura, tra le rievocazioni storiche di interesse nazionale, è in programma dal 25 al 28 aprile 2024 nel centro storico di Salerno.

Alla conferenza stampa di presentazione, svoltasi presso il Comune di Salerno, sono intervenuti, tra gli altri: il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli; l'assessore al Commercio del Comune di Salerno, Dario Loffredo, l'assessore alle Attività Produttive e Turismo, Alessandro Ferrara; la direttrice della CNA, Simona Paolillo; la direttrice organizzativa della Fiera, Chiara Natella, responsabile della Bottega San Lazzaro e altri rappresentanti di enti e realtà associative che aderiscono al progetto.

LO SPETTACOLO INTERNAZIONALE APPRODA A SALERNO

Basta scorrere il programma per rendersi conto che convergeranno verso Salerno i maggiori artisti e protagonisti di rievocazioni storiche. Diversi i gruppi di artisti, provenienti da tutta Italia, e specializzati nelle rievocazioni medievali in giro per l'Europa. Si va da "Gli Errabundi Musici", che si esibiscono in costume con copie di strumenti antichi ( flauti, cornamuse, pifferi, bombarde, percussioni), alle Muse del Diavolo, lì dove muse sta per cornamuse: loro intendono recuperare e far risuonare le antiche melodie andate perdute nel corso dei secoli, con l'intento di risvegliare la connessione con la Natura e l'istinto primordiale dell'uomo. Istinto che con l'avvento del medioevo è stato fiaccato e stroncato, fino a diventare proibito e demonizzato. Ci sono poi "Gli acrobati del borgo", che uniscono il teatro al circo del Medioevo, Descalso Giullare, ovvero un giocoliere particolare, un personaggio tra l'eccentrico e il poetico, che usa piedi come mani e viceversa e che fa del fuoco un qualcosa di cui sorridere e non aver paura. I Circateatro di Urbino. Gli artisti in questione girano il mondo con un teatro di strada e di parola che prende le mosse dall'arte dei saltimbanchi e degli artisti girovaghi medievali, proponendo insieme la commedia dell'arte, la giocoleria, l'acrobatica, la clowneria e la danza.
E poi ancora gli sbandieratori del Gruppo Città de la Cava "Li quattro distretti - Luca Barba", che si produrranno in spettacoli di grande abilità tecnica, con le bandiere roteanti, librate in aria, sincronizzate. Il centro storico di Salerno, come promesso nel titolo della Fiera del Crocifisso Ritrovato 2024, consentirà di fare un tuffo nell'anno Mille e dintorni, nel cuore del Medioevo.

START CON CORTEO IN ABITI D'EPOCA E SBANDIERATORI

Si comincia giovedì 25 aprile prima del tramonto alle ore 17.45 in piazza Duomo, con la partenza del corteo storico in abiti d'epoca che percorrerà le strade del centro storico di Salerno per portarsi in piazza Portanova, dove alle 18.00 circa ci sarà il taglio del nastro, con lo spettacolo imperdibile degli sbandieratori del Gruppo Città de la Cava "Li quattro distretti - Luca Barba", artisti, musicisti, mangiafuoco ed altri.
Il direttore artistico della Fiera, Gianluca Foresi, sottolinea la difficoltà che stanno vivendo molte manifestazioni simili in Italia dopo il Covid: "Molte manifestazioni simili alla Fiera del Crocifisso Ritrovato non sono sopravvissute a quegli anni difficili: la Fiera invece è riuscita non solo a sopravvivere, ma si è confermata e soprattutto è cresciuta, riuscendo a proporre un'offerta sempre più variegata e composita. Il pubblico ritroverà alcuni dei propri beniamini, che da anni rendono la fiera gioiosa, attraente e adatta a tutti. Ma da qualche edizione abbiamo voluto con Chiara, Raffaele e la bottega san Lazzaro dare un'impronta culturale più forte, che ci facesse scoprire di quel lontano medioevo cosa ha reso Salerno un crocevia di saperi, conoscenze e commerci, famoso nel mondo. Lo abbiamo fatto mettendo insieme una serie di conferenze e incontri, che vedono il coinvolgimento di esperti della materia e accademici, sia locali - penso alla tavola rotonda sulla Salerno dei re provenzali e alla conferenza sulla tradizione millenaria della Schola Salerni, che abbiamo fortemente voluto - che nazionali - in questo caso il pensiero va alla conferenza sul calcio storico. Non solo approfondimenti scientifici però, ma anche letterari e teatrali con la narrazione su Trotula e il viaggio sul verde antico tra giardini, orti terrazzati, fontane storiche e sorgenti dimenticate. Particolare attenzione abbiamo voluto inoltre dedicare al pubblico dei più piccoli: tante le attività in cui saranno coinvolti, dai giochi in legno, ai banchi rievocativi, il villaggio dell'artigianato e la passeggiata esperienziale per Salerno". Dal canto suo, la direttrice organizzativa dell'evento, Chiara Natella, sottolinea la poliedricità di un allestimento che "apre a tutto il centro storico con una no stop di eventi. Chi ha già visto la Fiera sa che è sempre una sorpresa e che in ogni angolo, vicolo, piazza si può imbattere in artisti di strada, giocolieri, musicanti, mercatini medievali e via dicendo. Tutto questo comporta, ovviamente, un grande sforzo organizzativo, una regia e un coordinamento preparati nel corso dell'anno. Siamo però confortati dai grandi numeri, perché ogni anno i visitatori sono davvero tanti e provengono, ormai, un po' da tutta Italia".
La manifestazione, ideata da Peppe Natella, ha superato il traguardo dei 3 decenni di vita, facendo registrare ad ogni edizione numeri da record in termini di presenze. Nel nome del suo ideatore, la Fiera continua con la direzione organizzativa della figlia Chiara e dell'intera famiglia Natella. Sarà un vero e proprio tuffo nel passato tra mercati medievali, rievocazioni storiche, attrazioni, artigianato, degustazioni, mostre, momenti di spettacolo e monumenti aperti. Diversi i siti del centro storico interessati, centinaia gli artisti di strada: per ricreare il clima medievale ci saranno menestrelli, saltimbanchi, giocolieri, trampolieri, mangiafuoco, giullari, cantastorie, artisti di strada, statue viventi.

I FALCONIERI DELL'IRNO: L'ARTE RICONOSCIUTA DALL'UNESCO

Alla Fiera interverranno "I Falconieri dell'Irno", che con una trentina di rapaci, faranno apprezzare la bellezza degli uccelli acrobatici ed i voli imprevedibili che questi effettuano. Nel 2010 l'Unesco ha riconosciuto la Falconeria come Bene Immateriale dell'Umanità. Si tratta di un'arte che vide nel colto sovrano medievale Federico II di Svevia un grande estimatore, tanto da portarlo a scrivere un trattato che è ancora oggi un capolavoro: "Il de arte venandi cum avibus", l'arte di cacciare con gli uccelli, che contempla le abitudini e le caratteristiche di centinaia di specie di uccelli ed è corredato da ricche miniature. Nel massimo rispetto degli animali. È bene, infatti, precisare che la didattica-dimostrazione di volo prevede simulazioni di caccia su finta preda e coinvolgimento del pubblico, sempre nel rispetto degli animali: tutti i rapaci sono legalmente detenuti, nati in cattività presso allevamenti controllati e denunciati al corpo forestale dello stato. Tra le specie che si potranno ammirare: Barbagianni, Gufo reale africano, Gufo reale bengalese, Poiana di Harris, Allocco della Malesia, Falco sacro, Aquila del Cile, Avvoltoio Collorosso.

IL CROCIFISSO IN SCENA

Venerdì 26 e sabato 27 aprile, alle ore 19.00, all'aperto in Piazza Tempio di Pomona, ci sarà la possibilità di fruire della versione teatrale del racconto di Diego De Silva: "Angeli moralisti". Con Ludovica Sguazzo e Cinzia Ugatti, per la Regia Andrea Carraro. Presso Apollonia Hub, invece, venerdì 26 aprile e sabato 27 aprile alle 20.15, va in scena ‘O cunto d''o mago Barliario di Corradino Pellecchia - Regia: Andrea Carraro - Interprete Gaetano Fasanaro. Il 26 e 27 aprile, alle 10.30, presso l'Arco Catalano, Brunella Caputo e Davide Curzio daranno voce a "Trotula e la bellezza della donne".

GLI APPROFONDIMENTI SULLA CULTURA DEL MEDIOEVO

Come già sperimentato con successo l'anno scorso, in occasione della Fiera ci saranno diversi approfondimenti culturali su Medioevo e dintorni. Una sezione fortemente voluta dal direttore artistico, Gianluca Foresi. Ecco alcuni dei temi affrontati con illustri relatori: "La Salerno dei re provenzali tra giullari, trovatori e tornei"; "Alla scoperta della chiesa di San Benedetto, ultima dimora del mago Barliario";"La tradizione millenaria della Schola Salerni tra memoria e valorizzazione"; "L'ampio lunato Golfo di Salerno e il verde antico. Un viaggio tra giardini e orti terrazzati, fontane storiche e sorgenti dimenticate". E poi ampio focus su "Il Calcio Storico Fiorentino", con relatori che giungeranno direttamente dalla Toscana: David Bini - Presidente del Museo Fiorentina, Filippo Giovannelli - Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Calcio Storico Fiorentino, Dario Nardini - Antropologo culturale

MERCATI MEDIEVALI SI RADDOPPIA: POMONA E SANT'AGOSTINO

In Piazza Tempio di Pomona e piazza Sant'Agostino rivivranno gli appuntamenti della vita socio-commerciale del Medioevo: il mercato con merci e mestieri di un tempo: la distillazione dei profumi, la filatura della lana, il cestaio, la ceramica, le pietre antiche. Quest'anno con una novità, una strizzata all'economia locale con gli artigiani di oggi.

IL CIBO DI UN TEMPO È SERVITO IN TAVOLA

Come si mangiava nel Medioevo? Cosa si mangiava nel Medioevo? Per averne un assaggio, è il caso di dire, non resterà che recarsi in Piazza dei Barbuti per degustare una rivisitazione dei piatti della Taverna Medievale.

I GIOCHI QUOTIDIANI DEL MEDIOEVO

In piazza Abate Conforti, ci saranno i giochi medievali a cura di "Ochi et Meraviglie" di Monna Amneris e messer Diego. Giochi rigorosamente in ferro e legno, ricostruzioni accurate dei passatempi semplici e ingegnosi che si facevano intorno all'anno mille, coinvolgendo adulti e bambini in attività ludiche che richiedevano anche abilità logiche e consentivano di trascorrere il tempo in momenti di grande aggregazione. I giochi sono a fruizione gratuita.

A SCUOLA DI MEDIOEVO: LA STORIA NON È MAI STATA COSÌ CHIARA

Protagoniste anche le scuole, che renderanno più agevole e alla portata di tutti "il tuffo nel Medioevo". Con il Convitto Nazionale T. Tasso, sede associata F. Trani, sarò proposto l'Artigianato locale in Piazza Tempio di Pomona. Dal canto suo, l'I.I.S. "B. Focaccia" - Salerno con Officine Dinamo, in largo Abate Conforti proporrà i Laboratori estemporanei di scrittura e disegno legati alla città medievale.
E poi ancora, lezioni pratiche di arte, con SGS Stand della scuola salernitana d'arte ceramica.
E poi Musei Aperti per i giorni della manifestazione, letture itineranti del libro "Passeggiate salernitane per bimbi curiosi" e tanto altro ancora.

 

La manifestazione è sostenuta da: Comune di Salerno, Camera di Commercio, CNA, Regione Campania, Provincia di Salerno, Ministero della Cultura, Coldiretti, Fondazione della Comunità Salernitana, Fondazione Carisal e la Fondazione Scuola Medica Salernitana.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

A Salerno la XXXII Fiera del Crocifisso ritrovato A Salerno la XXXII Fiera del Crocifisso ritrovato
A Salerno la XXXII Fiera del Crocifisso ritrovato A Salerno la XXXII Fiera del Crocifisso ritrovato

rank: 101914105

Eventi e Spettacoli

"Cultura Innovativa in Sicurezza": Angri celebra il valore inestimabile dei Beni Culturali con un convegno al Castello Doria

Il Comune di Angri e CM Advisor organizzano il convegno "Cultura innovativa in sicurezza", che si terrà il 27 maggio 2024 alle ore 9:30 presso il Castello Doria. Questo evento si inserisce nell'ambito del "Maggio dei Monumenti - Angri Città d'Arte" e gode del patrocinio morale del Ministero del Turismo,...

Salerno, dal 25 al 28 luglio torna “Danza d’aMare®”: stage ed eventi con ballerini da tutto il mondo

Dalla danza nascono emozioni senza confini! Dal 25 al 28 luglio 2024, la città di Salerno diventerà il cuore pulsante della danza con il ritorno di "Salerno Danza d'aMare®". L'evento, giunto alla sua 16ª edizione, è un'occasione per giovani ballerini di affinare le proprie abilità e sperimentare nuove...

Salerno, 19 maggio lo "Swap Party" di Limen promuove il riuso di vestiti e accessori

Perché spendere per acquistare nuovi capi e gettare via i vecchi quando si possono scambiare con persone che saranno felici di indossarli? Barattare i vestiti che non usiamo più fa bene sia al portafoglio che al pianeta: lo Swap Party rappresenta una soluzione ideale per coloro che desiderano affrontare...

AÜRA E L’ENERGIA MAGMATICA DI NAPOLI per la grande festa sul mare: "In Women We Trust!"

È la Queen indiscussa del Dum Dum Republic, capace con il suo suono di far esplodere tutta l'energia del Dum Dum Republic. Ladies and Gentlemen, dopo grande attesa, ritorna a far ballare tutta la spiaggia del Cilento Dj Aüra, con il live set al tramonto domenica 12 maggio 2024 in un vortice di amore...

Venerdì 10 maggio a Giffoni il "Premio Leonardo" ad Alberto Ruca Recchi. Attesi Giannini e Togni

Tutto pronto per il Premio Leonardo, la grand soirée che omaggia chi si è distinto per capacità divulgative, scientifiche, comunicative e di impegno nel sociale. Venerdì 10 maggio alle 19.30 presso la Sala Truffaut della Cittadella del Cinema di Giffoni Valle Piana, Pino Strabioli e Alba Parietti conducono...

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.