Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 33 minuti fa S. Frumenzio vescovo

Date rapide

Oggi: 27 ottobre

Ieri: 26 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno - Il Magazine di SalernoOcchi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Connectivia Soluzioni in fibra e di connettività wireless ultra veloci. Offerta Back To SchoolHotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraMielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Genea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaPetrillo Moda con le migliori marche italiane e straniere è garanzia di stile, eleganza e convenienza e, con un'esposizione di oltre 400mq, vale una visita a Contursi Terme.

Occhi su Salerno

Connectivia Soluzioni in fibra e di connettività wireless ultra veloci. Offerta Back To SchoolHotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraMielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Genea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaPetrillo Moda con le migliori marche italiane e straniere è garanzia di stile, eleganza e convenienza e, con un'esposizione di oltre 400mq, vale una visita a Contursi Terme.

Tu sei qui: PoliticaCovid, Caldoro scrive a Mattarella e attacca De Luca: «In Campania non si tutela la salute dei cittadini»

Politica

Covid, Regionali, Caldoro, Mattarella, Campania, De Luca

Covid, Caldoro scrive a Mattarella e attacca De Luca: «In Campania non si tutela la salute dei cittadini»

Le parole, affidate ai social, di Stefano Caldoro, candidato alla presidenza della Regione Campania con la coalizione di centro-destra

Scritto da (Redazione Costa d'Amalfi), lunedì 17 agosto 2020 15:51:36

Ultimo aggiornamento lunedì 17 agosto 2020 15:51:36

«Ho scritto una lettera al Presidente Mattarella perché in Campania l'emergenza COVID non si sta affrontando in maniera corretta, non si tutela la salute dei cittadini e non c'è prevenzione. C'è solo la gestione politica e elettorale del Candidato De Luca. Un Presidente distratto dalla campagna elettorale, impegnato a comporre le liste e mettere d'accordo la sua rissosa coalizione, come può mai davvero difendere la salute dei cittadini campani? Serve un supercommissario, con competenze vere e che non sia "schiavo" delle logiche politiche e di potere, ma esclusivamente impegnato sull'emergenza». Queste le parole, affidate ai social, di Stefano Caldoro, candidato alla presidenza della Regione Campania con la coalizione di centro-destra.

ECCO IL TESTO COMPLETO DELLA LETTERA A MATTARELLA

«La recente proroga al 15 ottobre 2020 dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19 e dei connessi termini di legge, adottata dal Consiglio dei Ministri con delibera in data 30 luglio 2020 e con la conseguente approvazione del decreto legge 30.7.2020, n. 83, determina
in assenza di contromisure adeguate un grave pregiudizio al corretto svolgimento delle prossime elezioni regionali, i cui comizi sono convocati per le date del 20 e del 21 settembre.
La proroga, infatti, si estende anche ai penetranti poteri di intervento derogatorio e di spesa attribuiti alle Regioni dall'art. 1, comma 16, del d.l. 33 del 2020, convertito, con modificazioni, dalla legge 14.7.2020, n. 74, e dai connessi DPCM di attuazione, e, in particolare, ai Presidenti delle stesse, in qualità titolari del potere di emanare ordinanze contingibili e urgenti, nonché di soggetti attuatori delle misure previste dall'ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile, n. 630 del 3 febbraio 2020, senza tenere conto del necessario depotenziamento degli organi di tali enti, in prossimità dello svolgimento delle elezioni, espressamente previsto dall'art. 3 della legge 17.2.1968, n. 108 nei 45 giorni antecedenti alla data delle stesse, con disposizione che, pur menzionando i Consigli regionali, la giurisprudenza ritiene pienamente applicabile anche agli organi di governo degli enti territoriali.

Come è noto, la Corte Costituzionale ha più volte evidenziato che la suddetta norma costituisce espressione del principio costituzionale di rappresentatività, connaturato alla diretta investitura popolare degli organi elettivi delle Regioni, e della loro responsabilità verso la comunità politica che ne determina l'elezione, nonché dell'autonomia ad essi riconosciuta dalla Costituzione.

La stessa Corte ha altresì precisato che tale principio può essere mitigato nei casi in cui sia necessario adattare atti indifferibili ed urgenti. Si tratta, tuttavia, di ipotesi chiaramente relative ad episodi circoscritti e imprevedibili, che non possono essere assimilate all'emergenza epidemiologica in atto, la cui portata globale ed il cui protrarsi nel tempo hanno richiesto l'adozione di misure extra ordinem reiterate e prolungate nel tempo, estese a tutti i settori delle attività economiche e della vita sociale e fortemente limitative dei diritti fondamentali dei cittadini.

In particolare, per quanto concerne lo svolgimento delle elezioni regionali, che non si è inteso differire con la proroga dello stato di emergenza, il mantenimento dei suddetti poteri emergenziali nell'ambito delle Regioni coinvolte nella tornata elettorale è indubbiamente suscettibile di limitare e/o condizionare il libero esercizio del diritto di elettorato attivo e passivo, espressione della sovranità popolare, nonché di alterare la par condicio tra i candidati, proprio in ragione dell'ampiezza della portata di tali poteri, nonché dell'incidenza della spesa connessa sui bilanci regionali, la cui composizione è, come è noto, destinata per circa l'80 per cento alla tutela della salute, che costituisce la principale giustificazione dell'adozione delle misure eccezionali.

Basti pensare al solo potere di limitare lo svolgimento di riunioni e manifestazioni pubbliche o la partecipazione alle stesse, idoneo ad influire negativamente sulla comunicazione con il corpo elettorale e finanche a restringere la mobilità dei candidati, il cui esercizio da parte del Presidente di una Regione, coinvolto nella campagna elettorale, costituirebbe di per se stesso un vulnus alla necessaria neutralità istituzionale che dev'essere garantita durante le elezioni, nonché alla parità di trattamento tra gli aspiranti alla carica. Ma gli esempi potrebbero essere ben più numerosi e altrettanto eclatanti, se riferiti al vastissimo ambito di materie nel quale i poteri emergenziali derogatori possono incidere, tanto più quando aggravati dalla previsione di sanzioni per i trasgressori, accompagnati da ingenti misure finanziarie e amplificati dalla relativa comunicazione istituzionale.

Consapevole della palese abnormità della situazione rappresentata, come cittadino e candidato alla Presidenza di una Regione, mi rivolgo, pertanto, a Lei, illustre Signor Presidente, confidando che, in qualità di garante dell'unità nazionale e del rispetto della Costituzione, possa adottare le iniziative ritenute opportune, al fine di scongiurare la sicura violazione di diritti e principi fondamentali dell'ordinamento costituzionale, determinata dalla proroga dello stato di emergenza, senza adeguate misure volte ad assicurare il rispetto del principio di neutralità in ambito territoriale, in occasione delle prossime elezioni regionali, come, ad esempio, la previsione di nomina di Commissari straordinari cui attribuire i poteri emergenziali, riservati dalla legislazione e dai connessi provvedimenti nazionali ai Presidenti in carica e agli organi esecutivi delle Regioni interessate, nel periodo di depotenziamento previsto dalla legge».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Politica

Conte ha firmato il nuovo Dpcm, oggi conferenza stampa in tv per illustrarlo

Il premier Giuseppe Conte ha firmato nel corso della notte, il nuovo Dpcm con le misure restrittive anti-Covid, tra le quali la chiusura alle ore 18 di tutti i ristoranti, bar e gelaterie. Lo rivela ANSA. Il governo sta accelerando sulle misure di ristoro da 1,5-2 miliardi per le categorie messe più...

Politica

Covid, Azzolina: «Calato numero focolai, basso rischio di contagio a scuola»

«Il monitoraggio settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità dice che la trasmissione del virus dentro le scuole è ancora limitata: i focolai a scuola nella settimana dal 12 al 18 ottobre sono solo il 3,5% di tutti i nuovi focolai che si registrano nel Paese». Sono le parole, affidate ai social, della...

Politica

Covid in Campania, De Luca nel mirino dell'opposizione: «Il lockdown è la prova che ha fallito»

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, ha chiesto al Governo nazionale il lockdown totale. Oggi, infatti, ci sono più di 2mila positivi in Campania, ha annunciato nella diretta Facebook del venerdì, anticipando il bollettino. «In Campania la situazione è drammaticamente fuori controllo...

Politica

Scuola, De Luca risponde alla Azzolina: «Studenti vettori di contagio. Bisogna potenziare la DAD, non tenere aperto a tutti i costi»

«"Le scuole sono le ultime cose che dobbiamo chiudere". Questa è un'affermazione irresponsabile», ha detto il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, nella consueta diretta Facebook del venerdì. Una risposta diretta alla ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina (M5s), che, ospite di Lilli...

LI.RA TV Salerno, il portale news della TV in Provincia di Salerno e in Campania, Costiera Amalfitana, Cilento, Napoli, Avellino, Caserta, BeneventoSal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera Amalfitana