Ultimo aggiornamento 40 minuti fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: PoliticaSalerno, tensioni in aula: salta il Consiglio Comunale. Iannone (FdI): «Specchio della crisi del sistema deluchiano»

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Politica

Salerno, politica, Consiglio comunale

Salerno, tensioni in aula: salta il Consiglio Comunale. Iannone (FdI): «Specchio della crisi del sistema deluchiano»

Il Primo Cittadino, Vincenzo Napoli, ha precisato che «il sindaco, la giunta e la maggioranza lavorano compatti al servizio della città e la seduta di mercoledì consentirà di approvare i punti qualificanti all’ordine del giorno»

Inserito da (PNo Editorial Board), lunedì 27 marzo 2023 17:48:24

A Salerno la maggioranza è in balia di divisioni che questa mattina, 27 marzo, hanno fatto saltare il Consiglio comunale per la mancanza del numero legale. Assenti in Aula Galdi, Caramanno, Fiore, Iannelli, Polverino, Zitarosa (arrivato poi all'ultimo minuto) e Sorrentino. Eppure, nella seduta di stamattina, si sarebbe dovuto discutere di questioni economiche centrali come l'accorpamento di Salerno mobilità in un'unica holding e la legittimità della deviazione del fiume Fusandola, dopo le dichiarazioni del ministro Pichetto Fratin.

In tarda mattina con una nota ufficiale l'Amministrazione comunale ha fatto sapere che la nuova seduta del Consiglio comunale è stata convocata per mercoledì alle ore 9:30. Il Primo Cittadino, Vincenzo Napoli, ha precisato che «il sindaco, la giunta e la maggioranza lavorano compatti al servizio della città e la seduta di mercoledì consentirà di approvare i punti qualificanti all'ordine del giorno».

Quindi ha dichiarato: «La minoranza si è assunta la responsabilità politica di far rinviare la seduta consiliare abbandonando l'aula in un momento nel quale alcuni consiglieri di maggioranza (presenti comunque a Palazzo di Città) erano impegnati presso gli uffici per attività istituzionali. La minoranza si è così sottratta al confronto democratico con un espediente che non interferirà in alcun modo sull'azione amministrativa della maggioranza al servizio della città».

Tempestiva la replica del consigliere di minoranza di Forza Italia, Roberto Celano:«Forse in preda allo sconforto anche il Sindaco Napoli, generalmente alquanto equilibrato, quantomeno nelle dichiarazioni, dà segni di stanchezza ed inizia a farneticare, attribuendo all'opposizione la responsabilità di aver fatto "saltare" la seduta del Consiglio Comunale. Evidentemente chi manovra i fili, il Governatore ed il figlio Piero, non gli avranno ben spiegato che, da quando esiste la politica, è la maggioranza che ha l'onere di garantire il numero legale e la minoranza ha il dovere di ostacolare provvedimenti che ritiene assunti non nell'interesse della città e, in ogni caso, non condivisibili. La verità è che in 30 anni di sistema, di gestione capillare del potere, per la prima volta la maggioranza non riesce a mantenere il numero legale in Consiglio Comunale. È un dato politico significativo. Il sistema inizia a vacillare, a sgretolarsi. Lotta di poltrone e timore di argomenti scottanti all'Odg hanno, evidentemente, scoraggiato colleghi di maggioranza ad essere in aula. Altro che le scuse "fanciullesche" addotte dal Sindaco a giustificazione di assenze "strategiche". Nel frattempo la città versa in condizioni di abbandono ed è, per ammissione anche dei Revisori dei Conti, sul baratro del dissesto. Si restituisca, quanto prima, la parola agli elettori per evitare ulteriori guai irreversibili alla città!».

A commentare l'accaduto anche il Senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone, Parlamentare del collegio salernitano: «Non era mai successo in 30 anni che un Consiglio comunale di Salerno non iniziasse proprio per mancanza del numero legale. Un chiaro segnale di una maggioranza implosa e di una crisi del sistema deluchiano che arriva fino al cuore del suo potere. Ormai la Città è allo sbando mentre il cerchio magico si chiude a riccio nel palazzo. I consiglieri comunali non mugugnano più ma sono in evidente sofferenza rispetto a linee e decisioni che vengono intraprese in altri luoghi e da altre persone fuori dall'istituzione comunale. È auspicabile un atto di dignità politica per responsabilità verso la Città' e i salernitani: vadano a casa se non sono capaci di Amministrare».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 103613108

Politica

Pnrr, Lega Campania: «De Luca bocciato dai suoi stessi revisori»

Ieri, 18 luglio, il consiglio regionale ha dato il via libera, con 26 voti favorevoli, 11 contrari e due astenuti, all'assestamento del Bilancio di previsione finanziario per il triennio 2024-2026 e a una variazione di bilancio, a iniziativa dell'assessore al ramo Ettore Cinque. Le variazioni di spesa...

Metrò del mare in Cilento, Tommasetti: «Si parte praticamente ad agosto, così si affossa il turismo»

«Un'altra estate dimezzata per i turisti in provincia di Salerno». Questo il commento di Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Lega, in merito all'attivazione del Metrò del mare prevista per il weekend. «Devo purtroppo constatare che la lezione dell'anno scorso non è servita e siamo qui dopo...

Cultura, Vietri (Fdi): «800 mln dal Governo Meloni per la Campania. Numerosi progetti nel salernitano»

"Oltre 800 milioni di euro sono stati stanziati dal Ministero della Cultura per i beni e le attività culturali della Campania. Una cifra davvero considerevole che dimostra, ancora una volta, il costante impegno del Ministro Gennaro Sangiuliano e la grande attenzione del Governo Meloni verso il patrimonio...

Caso Coscioni, Tommasetti: «L’istituzione va difesa, lasci il suo posto a Unisa»

"Dopo la sentenza della Corte di Cassazione, il dottor Coscioni deve lasciare la sua cattedra a contratto all'Università di Salerno". Lo ribadisce Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Campania della Lega, il primo a sollevare il problema dell'insegnamento affidato al primario della Torre Cardiologica...

Aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi, Cammarano e Villani: «È realtà soltanto grazie al Movimento 5 Stelle!»

«Oggi è un giorno storico per la Campania. L'aeroporto di Salerno-Costa d'Amalfi sarà uno straordinario volano per l'economia della nostra regione, decongestionerà Capodichino e consentirà a tutti di conoscere le bellezze della nostra terra, come le nostre amate aree interne. Per amore della verità,...