Ultimo aggiornamento 41 secondi fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: Salute e BenessereAutonomia differenziata, Nursind Salerno: «Definire criteri chiari per garantire standard sanitari omogenei in tutte le regioni»

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Salute e Benessere

Sanità, autonomia differenziata, bocciatura

Autonomia differenziata, Nursind Salerno: «Definire criteri chiari per garantire standard sanitari omogenei in tutte le regioni»

Il segretario generale Biagio Tomasco ai manager di "Ruggi" e Asl Salerno: "Con questo sistema si mette a rischio la salute dei cittadini"

Inserito da (PNo Editorial Board), lunedì 11 marzo 2024 12:28:20

La Nursind Salerno ribadisce con fermezza la sua contrarietà alla proposta di autonomia differenziata, evidenziando diverse criticità che necessitano di attenta valutazione. Biagio Tomasco, segretario generale del sindacato, aggiunge ulteriori riflessioni sulla questione in una corposa nota inviata ai manager di Asl Salerno e "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona".
Tomasco sottolinea innanzitutto l'importanza di un approccio rigoroso nella modifica dell'articolo 117 della Costituzione, sottolineando la necessità di passare attraverso una legge costituzionale anziché una Legge ordinaria. «La base normativa deve essere solida e garantire la coerenza con i principi fondamentali della nostra Costituzione», afferma Tomasco.
La mancanza di individuazione chiara dei Livelli Essenziali delle Prestazioni solleva ulteriori dubbi per Tomasco riguardo al mantenimento uniforme del diritto alla salute su tutto il territorio nazionale. Egli sottolinea l'importanza di «definire criteri chiari e uniformi per garantire standard sanitari omogenei in tutte le regioni italiane».
Riguardo alla mancata costituzione di una rete territoriale per l'emergenza urgenza e il rinnovamento delle strutture sanitarie, Tomasco afferma: «È imperativo garantire un sistema sanitario robusto e prontamente reattivo alle emergenze. La mancanza di investimenti in questo settore può mettere a rischio la sicurezza e la salute dei cittadini».
Tomasco esprime altresì preoccupazione per l'eventuale aumento delle tasse locali e il possibile effetto di migrazione dei professionisti della salute, sottolineando la necessità di misure adeguate per evitare il dumping salariale e preservare l'equilibrio tra le regioni.
Tuttavia, Tomasco riconosce il potenziale positivo dell'autonomia differenziata se accompagnata da regole chiare e condivise. «Se si riuscirà a stabilire normative che rispondano alle esigenze di tutte le regioni e si promuova la collaborazione tra pubblico e privato, l'autonomia differenziata potrebbe diventare un'opportunità per rafforzare il sistema sanitario campano», conclude Tomasco.
La Nursind Salerno «si impegna a seguire da vicino lo sviluppo della situazione e a contribuire attivamente al dibattito per garantire il miglior interesse della salute pubblica».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Autonomia differenziata, Nursind Salerno: «Definire criteri chiari per garantire standard sanitari omogenei in tutte le regioni»<br />&copy; Foto da Pexels Autonomia differenziata, Nursind Salerno: «Definire criteri chiari per garantire standard sanitari omogenei in tutte le regioni» © Foto da Pexels

rank: 106720106

Salute e Benessere

Ospedale di Salerno, Polichetti denuncia «anomalie sulle cartelle cliniche nel reparto di Ginecologia e Ostetricia»

Mario Polichetti, in qualità di primario del reparto di Gravidanze a Rischio del "Ruggi d'Aragona" di Salerno e coordinatore provinciale del comparto materno-infantile della Uil Fpl Salerno, ritiene "doveroso e urgente fare chiarezza su quanto emerso dalle recenti indagini che vedono coinvolto il dottore...

Intervento chirurgico all'avanguardia al “Ruggi” di Salerno per un paziente con neoplasia esofagea

Grazie a una collaborazione innovativa e interdisciplinare con strutture di eccellenza, nell'ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno un paziente con neoplasia esofagea ha recentemente beneficiato di un intervento chirurgico all'avanguardia. Il paziente, inizialmente seguito dal reparto...

Mobilità interna all’ospedale “Ruggi” di Salerno: manifestazione d'interesse per il personale infermieristico

L'Ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno ha avviato un'iniziativa per la mobilità interna del personale infermieristico. La Direzione del Servizio di Professioni Sanitarie (S.P.S.) ha annunciato l'apertura di una manifestazione d'interesse per la copertura di otto posti all'interno...

Carenza di operatori socio sanitari al reparto di Medicina dell'ospedale di Nocera Inferiore: scatta la denuncia della Fials

La Fials Salerno esprime «seria preoccupazione riguardo alla grave carenza di operatori socio sanitari presso il reparto di Medicina dell'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Attualmente, il reparto dispone di 22 posti letto, ma la dotazione organica degli operatori socio sanitari è stata drasticamente...

Carenza di personale sanitario a Nocera Inferiore: 28 giugno sit-in della Fials Salerno davanti all'ospedale

"La situazione attuale del personale sanitario ha un impatto negativo sul carico di lavoro, sui turni e sugli orari, portando a una significativa mancanza di riposo e a un eccessivo ricorso agli straordinari e ai doppi turni, con un accumulo di ore non recuperate". Lo afferma Carlo Lopopolo, segretario...