Ultimo aggiornamento 14 ore fa S. Bonaventura vesc.

Date rapide

Oggi: 15 luglio

Ieri: 14 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: Salute e BenessereRiattivazione reparto Lungodegenza post acuzie dell'ospedale di Sarno: Fials provinciale boccia decisione Asl Salerno

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Salute e Benessere

Sarno, Scafati, ASL Salerno, Sanità, Lungodegenza post acuzie

Riattivazione reparto Lungodegenza post acuzie dell'ospedale di Sarno: Fials provinciale boccia decisione Asl Salerno

«Che necessità abbiamo di aprire un reparto senza personale? Si parla di diversi mesi di questa riattivazione, eppure ci si accorge solo alcuni giorni prima che sono sprovvisti di personale. Oltretutto tale disposizione ha messo in ginocchio l'ospedale "Scarlato" di Scafati, che ha già un numero ridottissimo di personale infermieristico»

Inserito da (PNo Editorial Board), mercoledì 8 febbraio 2023 16:35:20

«Va sottolineata una gestione alquanto approssimativa dettata dalla riattivazione del reparto di Lungodegenza post acuzie al "Martiri del Villa Malta" di Sarno, con la riapertura prevista per domani 8 febbraio 2023. Come sindacato, infatti, più volte abbiamo chiesto il confronto ai sensi del Contratto nazionale di categoria vigente, trattandosi di una riorganizzazione. Ma non abbiamo mai ricevuto risposta dalla Direzione sanitaria».

A sostenerlo è, attraverso una nota inviata ai vertici dell'Asl, Carlo Lopopolo, segretario territoriale della Fials, che spiega: «Probabilmente, sarebbe emerso molto prima che tale reparto c'era la presenza di un solo dirigente medico. Ora, invece, dalla direzione del presidio ospedaliero di Sarno viene comunicato che, vista la presenza di una sola unità medica, nelle more dell'assegnazione di almeno cinque dirigenti medici, otto posti letto dei 32 attivi nell'Unità di Medicina saranno dedicati al reparto di Lungodegenza post acuzie».

La Fials Salerno, dunque, ritiene assolutamente inconcepibile quanto disposto: «Si tratta di una scelta dettata principalmente dalla frettolosa necessità di voler aprire tale reparto senza accorgersi che medici, infermieri e Operatori socio sanitari, numericamente, non riescono a garantire i Lea considerato la previsione iniziale dei 16 posti letto. Che necessità abbiamo di aprire un reparto senza personale? Si parla di diversi mesi di questa riattivazione, eppure ci si accorge solo alcuni giorni prima che sono sprovvisti di personale».

«Oltretutto tale disposizione ha messo in ginocchio l'ospedale "Scarlato" di Scafati, che ha già un numero ridottissimo di personale infermieristico e ridurne ulteriormente i ranghi significa, di fatto, depotenziare una struttura già con i servizi al minimo e sotto organico. Attualmente garantire assistenza nei reparti di Scafati è pressoché difficile - ha continuato Lopopolo -. Alla luce di tale sconsiderata gestione, tenuto conto della carenza di personale, come sindacato abbiamo chiesto di procrastinare tale riattivazione fintantoché non si avrà il congruo numero di personale medico, infermieristico ed operatori socio sanitari a disposizione a garanzia dei setting assistenziali. Dunque, vanno annullate ad horas tutte le disposizioni prodotte in merito e va subito attivato un confronto come previsto dal Contratto nazionale di categoria».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 103618109

Salute e Benessere

Intervento chirurgico all'avanguardia al “Ruggi” di Salerno per un paziente con neoplasia esofagea

Grazie a una collaborazione innovativa e interdisciplinare con strutture di eccellenza, nell'ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno un paziente con neoplasia esofagea ha recentemente beneficiato di un intervento chirurgico all'avanguardia. Il paziente, inizialmente seguito dal reparto...

Mobilità interna all’ospedale “Ruggi” di Salerno: manifestazione d'interesse per il personale infermieristico

L'Ospedale "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno ha avviato un'iniziativa per la mobilità interna del personale infermieristico. La Direzione del Servizio di Professioni Sanitarie (S.P.S.) ha annunciato l'apertura di una manifestazione d'interesse per la copertura di otto posti all'interno...

Carenza di operatori socio sanitari al reparto di Medicina dell'ospedale di Nocera Inferiore: scatta la denuncia della Fials

La Fials Salerno esprime «seria preoccupazione riguardo alla grave carenza di operatori socio sanitari presso il reparto di Medicina dell'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore. Attualmente, il reparto dispone di 22 posti letto, ma la dotazione organica degli operatori socio sanitari è stata drasticamente...

Carenza di personale sanitario a Nocera Inferiore: 28 giugno sit-in della Fials Salerno davanti all'ospedale

"La situazione attuale del personale sanitario ha un impatto negativo sul carico di lavoro, sui turni e sugli orari, portando a una significativa mancanza di riposo e a un eccessivo ricorso agli straordinari e ai doppi turni, con un accumulo di ore non recuperate". Lo afferma Carlo Lopopolo, segretario...

Malattie reumatiche, un sistema predittivo per la diagnosi: le novità del progetto “Endotarget” con la Fondazione Ebris

Un sistema predittivo basato su machine learning per la diagnosi delle malattie reumatiche, uno studio dell'effetto della larazotide nei pazienti RA non trattati e un'indagine sul microbiota fecale. Prosegue il progetto Endotarget, guidato dall'Ospedale Universitario HUS di Helsinki e finanziato dall'Unione...