Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 5 ore fa B. Eraclio martire

Date rapide

Oggi: 2 marzo

Ieri: 1 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

 Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: LibriCetara. Sulle tracce del passato con il libro di Graziella Anastasio: Da Cae[di]taria a Venere Citarea

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Libri

Cetara, Costiera Amalfitana, Cultura, Libri, Presentazione

Cetara. Sulle tracce del passato con il libro di Graziella Anastasio: Da Cae[di]taria a Venere Citarea

L'autrice descrive il suo “viaggio” in un mondo a lei caro, Cetara e i luoghi che l’hanno vista crescere, segno di un legame profondo e indissolubile con le proprie radici

Inserito da (Admin), mercoledì 24 agosto 2022 17:27:52

di Mafalda Bruno

 

Ogni libro che si prende tra le mani è come un accingersi a compiere un viaggio in qualcosa di nuovo da scoprire che sicuramente ci arricchirà la mente.

Graziella Anastasio ha iniziato lei per prima questo "viaggio" in un mondo a lei caro, Cetara e i luoghi che l'hanno vista crescere, segno di un legame profondo e indissolubile con le proprie radici. Filo che non va interrotto, ma continuato e trasmesso ai giovani perché a loro volta lo tramandino ai loro figli. Si è pensato, infatti, di introdurre il testo del libro nell'insegnamento delle scuole costiere e oltre.

E il suo viaggio è stato anche il nostro: un percorso avvincente laddove l'Autrice descrive la provenienza delle parole oggi in uso comune, ma che affondano le radici nelle lingue arabe, musulmane e francesi per arrivare a quello che oggi è il dialetto corrente, con tutte le sue variazioni avvenute nel corso degli anni.

Ma la parte che forse ci ha appassionato maggiormente sono le "chicche" che Graziella ha scovato nel corso delle sue ricerche che sono varie e sorprendenti.

L'Autrice ci ha spiegato, infatti, di aver scoperto certi dettagli sconosciuti ai più, quasi per caso: indagando su un argomento, si è trovata a trovarne un altro e un altro ancora, come con una serie di perle immaginarie che le sono servite a completare, magnificamente, tutto il puzzle della sua opera.

Qui le elenchiamo in ordine alla suggestione che ci hanno trasmesso durante la lettura del libro:

Non sapevamo che il termine "pastiera" venisse menzionato addirittura nella Divina Commedia di Dante in riferimento alla sua cottura in un recipiente di terracotta;

Non sapevamo che il modo di dire "M'he purtato 'nu bellu casatiello" ("Mi hai portato una bella gatta da pelare") nasce dalla varietà degli ingredienti e dalla laboriosità della preparazione del casatiello, a cui è paragonato un affare intrigato, complicato e di difficile soluzione;

Non sapevamo che a Cetara si parlava dell'angelo della buona notizia, l'angelo r'a bona nova, che riguardava quasi sempre il mondo dei pescatori le cui mogli speravano di ricevere buone notizie dei loro uomini lontani in mare;

Non sapevamo che nella tammurriata si riscontrano elementi greci che sottolineano le sue antiche origini, il suo legame con la terra, con la divinità e l'ebbrezza bacchica.

Ecco, questa non è che una minimissima parte delle scoperte piacevoli che abbiamo trovato.

Ma se non mandiamo in soffitta la curiosità di scoprire cose nuove su Cetara e le sue origini, se non rinunciamo al senso di sorpresa genuina che possiamo cogliere dai bambini ad esempio, autentici maestri in questo, ecco allora il libro di Graziella Anastasio è proprio quello che fa per noi tutti!

Buona lettura!

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Cetara. Sulle tracce del passato con il libro di Graziella Anastasio: Da Cae[di]taria a Venere Citarea
Cetara. Sulle tracce del passato con il libro di Graziella Anastasio: Da Cae[di]taria a Venere Citarea

rank: 109917100

Libri

“San Gennaro e la Lazzara” di Raffaele Messina e “Nina” di Fausta Altavilla ai Salotti letterari dello Yachting Club di Salerno

Venerdì 1 marzo allo Yachting Club di Salerno, sul Molo Masuccio Salernitano, settimo dei nove appuntamenti dell'ottava edizione de "I Salotti letterari", promossa da ..incostieraamalfitana.it. Alle ore 19.15 saranno infatti protagonisti lo scrittore partenopeo Raffaele Messina con "San Gennaro e la...

Salerno rende omaggio a Pierino Prati, 23 febbraio al Comune il libro scritto dal figlio Cristiano

Salerno rende omaggio a Pierino Prati. Venerdì 23 febbraio alle ore 18, nella Sala del Gonfalone del Comune, sarà presentato il libro "Ero Pierino la peste". Saranno presenti il sindaco Vincenzo Napoli e gli autori Cristiano Prati (figlio di Pierino) e Remo Gandolfi. La prefazione del libro è di Walter...

A Salerno la presentazione di "Flussi Emozionali", la prima opera scritta dell'artista Francesco Galdo

"Flussi Emozionali" è la prima opera scritta di Francesco Galdo, artista noto per la sua versatilità, si cimenta in un'esplorazione intima delle emozioni e delle riflessioni sulla vita e sull'arte. Questo venerdì 26 gennaio, alle 18.30, la Libreria Imagine's Book in Corso Garibaldi 142 a Salerno ospiterà...

Il 19 gennaio allo Yachting Club di Salerno i “Graffiti vietresi” di Vito Pinto e la Positano de “Il problema sei tu” di Anna Zarlenga

Venerdì 19 gennaio allo Yachting Club di Salerno, sul Molo Masuccio Salernitano, quarto dei nove appuntamenti dell'ottava edizione de "I Salotti letterari", promossa da ..incostieraamalfitana.it. Alle ore 19.15 saranno infatti protagonisti Vito Pinto con "Graffiti vietresi" (Graus), ed Anna Zarlenga...

“Nudo”: il giornalista Andrea Picariello racconta il suo percorso di rinascita tra chirurgia bariatrica e psicoterapia in un romanzo

Il giornalista e scrittore battipagliese Andrea Picariello ha dato alle stampe il suo romanzo d'esordio. "Nudo" (Saggese Editori, 120 pagine) tratta il percorso di chirurgia bariatrica affrontato dall'autore per combattere l'obesità di tipo patologico di cui era affetto. Un viaggio che passa anche -...

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.