Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Occhi su Salerno - Il Magazine di Salerno Il Magazine di Salerno

Caseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: PoliticaZona contestata tra Pagani e Sant’Egidio del Monte Albino. Il Consiglio di Stato dà ragione al Comune guidato da De Prisco

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Politica

Pagani, Sant'Egidio, agro nocerino sarnese, zona contestata

Zona contestata tra Pagani e Sant’Egidio del Monte Albino. Il Consiglio di Stato dà ragione al Comune guidato da De Prisco

I confini territoriali, in maniera unilaterale e in assenza del Comune di Pagani, in Consiglio Provinciale erano stati attributi al Comune di S. Egidio

Inserito da (PNo Editorial Board), martedì 22 agosto 2023 14:44:22

Si è finalmente giunti a una definizione della controversia della zona contestata tra Pagani e Sant'Egidio del Monte Albino.

Nella giornata di ieri, 21 agosto, con sentenza del Consiglio di Stato, sono stati respinti gli appelli del Comune di Sant'Egidio del Monte Albino e della Provincia di Salerno sulla determinazione dei confini territoriali, che in maniera unilaterale, in assenza del Comune di Pagani, in Consiglio Provinciale erano stati attributi al Comune di S. Egidio.

La situazione, che si trascina da anni, ha assunto carattere d'urgenza ancor di più quando nel settembre del 2020 il comune santegidiese ha adottato il Piano Urbanistico Comunale, nella cui pianificazione è stata inserita anche la porzione di territorio contestata tra i due comuni.

Si tratta di un'area di oltre un chilometro e mezzo quadrato, che si estende da via De Gasperi (altezza Pasticceria Pepe) fino al Mercato Ortofrutticolo di Sant'Egidio del Monte Albino, quella che attualmente è via Albanese, lato destro di via Quarto, Cappella di San Michele fino alla Chiesa di Sant'Antonio di Padova, (zona Ortaloreto).

Il Comune di Pagani ricorse in tempo per la scadenza dei termini dall'avviso di adozione del PUC, ossia entro il 7 novembre 2020 e diffidò l'ente santegidiese, pur essendoci un'azione legale già in corso. Il Tar anche in virtù dell'opposizione al Puc per "motivi aggiunti", si pronunciò alla fine dell'anno a favore del Comune di Pagani.

«È una sentenza di portata storica - ha detto il sindaco Raffaele Maria De Prisco -, che modifica non solo l'asset territoriale dei due comuni coinvolti, ma anche la situazione a livello amministrativo. I due comuni dovranno dialogare ancora più di prima per un passaggio graduale e quanto meno traumatico per la popolazione rispetto agli effetti sostanziali della sentenza, che investono tutti gli uffici comunali di entrambi gli enti. Ad oggi anche in Provincia di Salerno si ridiscute già della questione, grazie alla presenza di un consigliere provinciale che questa maggioranza ha fortemente voluto, il presidente del Consiglio Comunale di Pagani, ing. Gerardo Palladino. Si ringraziano gli avvocati Pepe, Serritiello e Galasso per il lavoro svolto e tutti i tecnici che in questi anni a vario titolo hanno supportato le tesi del Comune di Pagani. Ringrazio inoltre gli assessori Felice Califano e Veronica Russo che si sono adoperati fin dall'atto di insediamento di questa amministrazione, quando i termini per l'impugnazione erano ridotti a pochi giorni dal nostro insediamento».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 106018106

Politica

Metrò del mare in Cilento, Tommasetti: «Si parte praticamente ad agosto, così si affossa il turismo»

«Un'altra estate dimezzata per i turisti in provincia di Salerno». Questo il commento di Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Lega, in merito all'attivazione del Metrò del mare prevista per il weekend. «Devo purtroppo constatare che la lezione dell'anno scorso non è servita e siamo qui dopo...

Cultura, Vietri (Fdi): «800 mln dal Governo Meloni per la Campania. Numerosi progetti nel salernitano»

"Oltre 800 milioni di euro sono stati stanziati dal Ministero della Cultura per i beni e le attività culturali della Campania. Una cifra davvero considerevole che dimostra, ancora una volta, il costante impegno del Ministro Gennaro Sangiuliano e la grande attenzione del Governo Meloni verso il patrimonio...

Caso Coscioni, Tommasetti: «L’istituzione va difesa, lasci il suo posto a Unisa»

"Dopo la sentenza della Corte di Cassazione, il dottor Coscioni deve lasciare la sua cattedra a contratto all'Università di Salerno". Lo ribadisce Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Campania della Lega, il primo a sollevare il problema dell'insegnamento affidato al primario della Torre Cardiologica...

Aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi, Cammarano e Villani: «È realtà soltanto grazie al Movimento 5 Stelle!»

«Oggi è un giorno storico per la Campania. L'aeroporto di Salerno-Costa d'Amalfi sarà uno straordinario volano per l'economia della nostra regione, decongestionerà Capodichino e consentirà a tutti di conoscere le bellezze della nostra terra, come le nostre amate aree interne. Per amore della verità,...

Aeroporto Salerno, Ferrante (Mit): «Traguardo storico, territorio mette le ali. Ora priorità metro»

"La storica riapertura dell'Aeroporto di Salerno Costa d'Amalfi, potenziato nelle strutture e nelle capacità, costituisce la pietra miliare del percorso di rilancio della provincia salernitana, della Campania e del Mezzogiorno che il Governo sta portando avanti. Siamo qui oggi per inaugurare un'infrastruttura...