Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 13 ore fa S. Francesco Saverio

Date rapide

Oggi: 3 dicembre

Ieri: 2 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Occhi su Salerno - Il Magazine di SalernoOcchi su Salerno Costiera Amalfitana

Il Magazine di Salerno

Panettone 2021, Ciak si gira. Ordina on line i panettoni della Storica Pasticceria Pansa. Dal 1830 tutto il dolce d'Amalfi, ora anche on lineTerra di Limoni, il limoncella della Costa d'Amalfi con Limoni IGPSal De Riso Shop il nuovo portale con tutta la dolcezza del Maestro Pasticciere più amato d'Italia a portata di clickMielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoLuxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Genea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energetica

Occhi su Salerno

Panettone 2021, Ciak si gira. Ordina on line i panettoni della Storica Pasticceria Pansa. Dal 1830 tutto il dolce d'Amalfi, ora anche on lineTerra di Limoni, il limoncella della Costa d'Amalfi con Limoni IGPSal De Riso Shop il nuovo portale con tutta la dolcezza del Maestro Pasticciere più amato d'Italia a portata di clickMielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoCardine SRL, lavori in quota, protezione, prevenzione, pannelli in fune d'acciaio, lavori di edilizia, interventi urgenti post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoLuxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Genea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energetica

Tu sei qui: SportA Napoli la Scuola Vela per ragazzi disagiati rischia di chiudere, Onorato scrive a Marina Militare

Sport

Napoli, scuola vela, Mascalzone Latino, Onorato, ragazzi disagiati, sport, lavoro

A Napoli la Scuola Vela per ragazzi disagiati rischia di chiudere, Onorato scrive a Marina Militare

La scuola vela Mascalzone Latino è a rischio chiusura. Fondata nel 2007 da un’idea di Vincenzo Onorato nella storica Darsena Acton di Napoli, è dedicata ai giovani dai 6 anni in su che vivono in un forte disagio sociale ed economico

Scritto da (Maria Abate), venerdì 4 giugno 2021 13:33:49

Ultimo aggiornamento venerdì 4 giugno 2021 13:34:44

La scuola vela Mascalzone Latino è a rischio chiusura. Fondata nel 2007 da un'idea di Vincenzo Onorato nella storica Darsena Acton di Napoli, è dedicata ai giovani dai 6 anni in su che vivono in un forte disagio sociale ed economico.

Lo scopo che si prefigge la Scuola Vela è di offrire loro un'opportunità di riscatto attraverso lo sport della vela e i suoi valori quali la lealtà, la forza ed il coraggio. Un modo per avvicinarli al mare e dar loro una prospettiva di lavoro.

Ma dopo 11 anni il sogno oggi rischia di infrangersi. La Marina Militare Italiana ha chiuso i cancelli a trenta bambini e ragazzi che la consideravano ormai una seconda casa e il fondatore ha scritto una lettera al Capo di Stato Maggiore della Marina Giuseppe Cavo Dragone, affinché vengano loro riaperti.

Di seguito la missiva.

 

Illustre Ammiraglio Cavo Dragone,

 

La ringrazio per l'incontro che mi ha concesso giovedì 27 maggio presso l'Ammiragliato di Roma. Purtroppo, ho dovuto prendere atto che la Marina desidera avere indietro la sede della Scuola di Mascalzone Latino per i bambini dei quartieri disagiati di Napoli. È l'ennesimo sopruso che queste famiglie devono subire, segno evidente di quanto alle istituzioni non interessi l'emancipazione della periferia e non stia a cuore l'educazione e la riqualificazione delle marginalità, che si sa sono il bacino che alimenta la criminalità.

Napoli è una città con forti disuguaglianze socio-economiche e il target cui si rivolge l'Associazione Mascalzone Latino è rappresentato dai bambini e ragazzi, dai 6 ai 18 anni, a rischio povertà economica ed educativa. Il problema della povertà minorile è, oramai e difatti, multidimensionale: non riguarda solo le condizioni economiche ma quelle sanitarie, abitative, familiari e di relazioni, con conseguente isolamento sociale, cattiva o scarsa cura della salute, carenza di formazione culturale e ludica, mancanza di opportunità educative. È una situazione che priva, cioè, i bambini e gli adolescenti della possibilità di apprendere e sperimentare, di scoprire le proprie capacità, di sviluppare le proprie competenze, di coltivare i propri talenti ed allargare le proprie aspirazioni.

La nostra Scuola rappresenta per questi ragazzi forse l'unica occasione di riscatto ed è per loro e le loro famiglie, ancora di più in questo periodo di pandemia, un riferimento continuo capace di accogliere e sostenere. Non è concepibile togliere a queste persone tutti i supporti emotivi, psicologici ed educativi che abbiamo costruito negli anni e su cui loro fanno affidamento in una modalità troppo improvvisa e in un contesto storico così delicato. Scuola di vela e di mare. Ne sono transitati in 11 anni circa 1.200 e alcuni di loro siamo riusciti ad avviarli ad un lavoro sul mare o a mestieri collegati ad essi. Offriamo loro pasti, dopo scuola, attività educative e ovviamente vela.

Alcuni di loro sono molto promettenti e competono sulle derive con il logo della Marina Militare sugli scafi.

Io personalmente rappresento la quarta generazione di Armatori della mia Famiglia, ma soprattutto sono un marinaio. Sono imbarcato a tredici anni, nell'ormai lontano 1970, sul Silvia Onorato, un cargo di mio Padre, con la qualifica di mozzo di coperta.

Ho investito 10 anni fa risorse personali per alcuni milioni di euro per ristrutturare un luogo fatiscente e farne una struttura che non esito a dire è un modello per la città di Napoli, per non parlare del budget annuo di circa 350 mila euro per portare avanti attività con standard qualitativi alti. Molto più di me hanno fatto le sette persone che lavorano da anni nella scuola e ne hanno fatto, la direttrice Antonietta De Falco in primis e il suo team, una Missione di vita. Abbiamo anche pagato una sorta di affitto annuo, malgrado sia una no-profit e non un esercizio commerciale.

L'Onore della Marina non può e non deve sfrattarci precludendo la Speranza di questi ragazzi fragili e senza alternative. Precludere loro ed alla gente che vi lavora, l'ingresso alla Scuola è stato un atto dispotico, violento e disonora le tradizioni della Marina. È dal 19 aprile che la Marina Militare ha proibito ai bambini, ragazzi e personale di accedere alla Scuola vela, la loro seconda casa, mettendoli alla porta!

Non rinunceremo alla Scuola, né intendiamo interrompere un percorso difficile e faticoso che da un decennio mandiamo avanti con questi bambini. Non desidero sembrarLe perentorio se Le chiedo gentilmente una risposta entro una settimana dalla presente, ma 30 bambini sono senza la loro scuola e vitale punto di riferimento e le sette persone che vi lavorano senza prospettive.

(Foto: Scuola Vela Mascalzone Latino)

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Occhi su Salerno!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Sport

Sport

La Genea Lanzara si aggiudica il derby contro Benevento

Obiettivo centrato per la Genea Lanzara, alla ricerca del riscatto dopo la sconfitta sul campo della capolista Fondi. I salernitani, dinanzi ad una Palestra Caporale Palumbo che ha accolto una splendida e calorosa cornice di pubblico, hanno fatto proprio il match contro Benevento agganciando la squadra...

Sport

La Genea Lanzara torna a giocare tra le mura amiche

Dopo una corposa serie di impegni in trasferta, i salernitani della Genea Lanzara scenderanno in campo sul 40x20 amico della Palestra Caporale Palumbo. Nella quinta giornata di andata del Campionato Nazionale di Serie A2 la compagine cara al presidente Domenico Sica ospiterà i sanniti della Pallamano...

Sport

Salernitana, contro la Samp arriva la terza sconfitta consecutiva

Butto ko interno della Salernitana, che ieri è uscita sconfitta per 2-0 sotto i colpi della Sampdoria. Gara decisa nel primo tempo con il doppio vantaggio blucerchiato poi ben gestito nella seconda frazione di gioco. Al 40' l'autogol sfortunato di Di Tacchio e al 43' il gol preciso di Antonio Candreva...

Sport

Mondiali di Karate: il sarnese Angelo Crescenzo vola in finale

Il sarnese Angelo Crescenzo è in finale al Campionato del Mondo di Dubai nella categoria karate -60 kg. Sfortunato protagonista ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, Angelo si è guadagnato la possibilità di difendere il titolo vinto nel 2018 a Madrid, riconquistando così la sua seconda finale consecutiva....

Alden Consulenti d'impresa - Cava de' Tirreni - Salerno - Costiera AmalfitanaCiak! Buon Natale dalla Pasticceria Pansa. Acquista on line le specialità della storica pasticceria di piazza Duomo ad Amalfi... dal 1830Sal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera AmalfitanaLI.RA TV Salerno, il portale news della TV in Provincia di Salerno e in Campania, Costiera Amalfitana, Cilento, Napoli, Avellino, Caserta, BeneventoLa Pasticceria Gambardella augura a tutti i lettori di Positano Notizie un Natale pieno di dolcezza. Il Gusto della Tradizione direttamente a casa tua.